Molinaro (LEGA): “Governo nemico dei calabresi, ha obbligato la Regione a dare i Contributi-Covid solo a chi non ha debiti previdenziali”

“Il Governo Conte continua ad essere nemico dei calabresi”, è quanto afferma il Consigliere regionale della Lega, Pietro Molinaro, che continua chiarendo le ragioni della sua affermazione. “Non basta un commissariamento infinito ed inefficace della Sanità, con la nomina di personaggi inadeguati. Ora il Governo-nemico ne ha fatto un’altra delle sue

Calabria: sanità, Sapia (M5S) striglia il governo sul nuovo commissario, “vicenda surreale e rinvii intollerabili, Conte imponga nomina di persona competente e coraggiosa”

«È intollerabile il continuo rinvio della nomina del commissario alla Sanità regionale. I sanitari e i cittadini della Calabria stanno combattendo una guerra a mani nude, in un caos senza precedenti. Ciononostante, il governo non ha ancora scelto una persona competente e coraggiosa, adeguata al ruolo. Non c’è nessuno con

AGRICOLTURA: 9,5 MILIONI DI EURO DI SOSTEGNO ALLO STOCCAGGIO DEI VINI DI QUALITÀ ITALIANI

La Conferenza Stato-Regioni ha dato il via libera al decreto del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali con cui vengono stanziati i 9,54 milioni di euro rivenienti dalle economie residue derivanti dall’attuazione dell’intervento di riduzione volontaria della produzione di uve. Come stabilito dalla conversione in legge del decreto Agosto,

OLTRE AL DANNO LA BEFFA!! SULLA SPESA SANITARIA

RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO In quest’anno ho visto di tutto e di più, però la cosa che mi ha profondamente disturbato nell’anima e nello spirito di calabrese è l’inadeguatezza, l’insussistenza, l’incapacità e la mala fede dei nostri amministratori a tutti i livelli. Pertanto mi sento di dover rivolgere l’invito a tutti gli

Calabria: sanità, Sapia (M5S) non molla su Zuccatelli, “non può essere lui commissario, non mi fermo”

«Zuccatelli se ne deve andare». Così tuona il deputato M5S Francesco Sapia, componente della commissione Sanità. «Sono trascorse - aggiunge il deputato - ormai più di 48 ore dalla nomina di Zuccatelli dello scorso fine settimana, un tempo più che sufficiente per un ravvedimento del governo». «Speranza - attacca Sapia

Top