Operazione “Inter Nos” 24 indagati per corruzione nell’ASP di Reggio Calabria

guardia finanza scicoSono 24 le persone indagate nell’operazione «Inter Nos», eseguita dalla guardia di finanza e della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, scattata alle prime lunci dell’alba, che ha fatto luce sulle infiltrazioni della ‘ndrangheta nella sanità pubblica, in particolare sugli appalti per le pulizie nell’Asp di Reggio Calabria. Tra gli indagati, nove persone sono finite in carcere su disposizione del gip.

Tra gli arrestati c’è anche il consigliere regionale in carica Nicola Paris. Eletto nel 2020 nella lista dell’Udc con 6.358 voti, finito agli arresti domiciliari con l’accusa di corruzione, attualmente agli arresti domiciliari per corruzione.
L’inchiesta della Dda di Reggio Calabria è molto ampia e riguarda diverse famiglie mafiose.
Gli indagati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione di stampo mafioso, associazione per delinquere – aggravata dall’agevolazione mafiosa – finalizzata alla turbata libertà degli incanti, turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, corruzione, frode nelle pubbliche forniture, estorsione, intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti, così distinti:
n. 9 in carcere, nei confronti di CHILA’ Domenico cl. ’63, CHILA’ Antonino cl. ’67, LAURO Giovanni cl. ’77, D’ANDREA Antonino cl. ’85, D’ANDREA Mario Carmelo cl.’55, MACHEDA Francesco cl. ’49, CALABRO’ Nicola cl. ’50, COSTARELLA Massimo cl. ’64 e COREA Giuseppe cl. ‘69;
– n. 7 agli arresti domiciliari, nei confronti di AMBROGIO Filomena cl. ’57, ZACCURI Angelo cl. ’56, DELFINO Lorenzo cl. ’67, PICCOLO Sergio cl. ’77, VALENTE Gianluca cl. ’75, IDA’ Salvatore cl. ’64 e PARIS Nicola cl. ’81;
– n. 1 sospensione dall’esercizio del pubblico ufficio, nei confronti di GALLETTA Giuseppe Giovanni cl. ’58.
Nel contempo, è stata data esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo d’urgenza – emesso dalla Procura Distrettuale – dell’intero patrimonio aziendale di n. 5 persone giuridiche, per un valore stimato di oltre 12 milioni di euro.

Lascia un commento

Top