SS 106 Jonica : ai Sindaci l’obbligo di sollecitare il finanziamento al Governo nazionale per la costruzione del Megalotto 5 e a seguire.

Continua l’incessante impegno di Vincenzo CREA Referente unico dell’A.N.CA.DI.C

——————————————————————————–

vincenzo crea ancadicLazzaro 11 marzo 2021 – Negli anni 70 è stata realizzata la strada statale 106 a scorrimento veloce tra le abitazioni senza le basilari norme in materia di sicurezza stradale col consenso tacito degli Enti territorialmente competenti.

Negli anni a venire nonostante il ripetersi dei gravi incidenti anche mortali non sono state adottate concrete iniziative quantomeno per arginare la perdurante situazione di pericolo soprattutto nei primi 100 chilometri di Ss 106 Jonica reggina.
Con riferimento alla costruzione del Megalotto 5 il cui progetto preliminare approvato nel 2004 non ha avuto successivi sviluppi perché privo di finanziamenti non è mancato all’ANCADIC di sollecitare i finanziamenti agli Organi di Governo Nazionale interessando anche gli Enti Territoriali e i sindaci dei Comuni della Città Metropolitana di Reggio Calabria, ai quali è stato inviato il parere espresso in data 23 luglio 2007 dalla Commissione Speciale per la Valutazione di Impatto Ambientale sul progetto preliminare.
Colpisce la scarsa attenzione che è stata riservata alla problematica e pur registrando qualche tiepida iniziativa la stessa non ha partorito azioni concrete. Sarebbe bastato sollecitare i finanziamenti e all’occorrenza presentare eventuali proposte migliorative al progetto. Di tale inerzia ne è conferma l’iniziativa intrapresa dall’Associazione dei sindaci dei Comuni dell’Area dello Stretto che in data 1^ marzo 2016 si sono riuntiti presso l’Antiquarium di Lazzaro per discutere e deliberare sui seguenti punti all’Ordine del giorno: “–Emergenza criminalità: che fare?;– Sicurezza S.S. 106”.
modello11In tale sede si è convenuti unanimemente di adottare una delibera del Consiglio Comunale di Motta SG da sottoporre all’approvazione dei singoli consigli comunali. Al riguardo in data 24 marzo 2016 il Consiglio comunale di Motta SG con verbale di deliberazione nr.8, avente per oggetto “strada statale Jonica 106. Proposta di ammodernamento e messa in sicurezza del tratto Reggio Calabria-Bovalino” ha deliberato l’impegno che i consigli comunali dei comuni partecipanti all’associazione adottassero la seguente delibera ovvero:
Di chiedere un incontro urgente con i rappresentanti nazionali del parlamento europeo, da tenersi preferibilmente in questo territorio;

Di chiedere un incontro urgente con il Ministro delle Infrastrutture, Graziano del Rio;
La trasmissione di questa delibera, alla Presidenza del Consiglio, al Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, all’ANAS, per opportuno seguito;
La trasmissione della delibera al Directorate General for Mobility and Trasport di Bruxelles, per l’opportuno seguito;
Di chiedere un’audizione parlamentare alle Commissioni Trasporti della Camera e del Senato sul tema della SS 106;
La trasmissione della delibera ai Presidenti delle Commisisoni Trasporti della Camera e del Senato;
La trasmissione della delibera all’Assessorato ai Traporti, all’Assessorato alle Infrastrutture, all’Assessorato alla Programmazione della Regione Calabria ed al Presidente della Regione Calabria e alle altre istituzioni locali.
La trasmissione di questa delibera per opportuna conoscenza, alla Presidenza della Repubblica,
L’impegno a far nascere un coordinamento con gli altri sindaci e comitati dei territori per un più stretto rapporto di collaborazione tra le province di Cosenza, Crotone, Catanzaro e Reggio Calabria;
Di organizzare momenti di incontro e confronto con le popolazioni del territorio per sensibilizzare gli organismi statali sulla problematica della S.S. 106 in Calabria”.
Abbiamo preso atto allora e oggi non dimentichiamo e ribadiamo le nostre numerose segnalazioni precedenti a questo incontro. Ci sembra strano che oggi si pensa di ripartire da zero, quando come sopra detto basterebbe leggere le carte e sollecitare i finanziamenti e eventualmente fare delle proposte migliorative al progetto. Non perdiamo altro tempo con infruttuose iniziative.

Vincenzo CREA
Referente unico dell’A.N.CA.DI.C
Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto”

Lascia un commento

Top