SI È SPENTO NELLA SUA ABITAZIONE DI CONDOFURI IL DOTTOR CAVALIERE CARMELO PASQUALE PIZZI (LILLO )

PIZZI PASQUALE CONDOFURI 2016-08-26Condofuri, 19 Aprile 2020 – Si è spento nella sua casa di Condofuri, il Dottore Lillo Pizzi. Medico di grandi qualità umane che ha curato generazioni di suoi concittadini . Figura storica del Socialismo della Provincia di Reggio, dell’Area Grecanica e del Comune di Condofuri , Lillo Pizzi, è stato un Sindaco illuminato e protagonista della vita amministrativa del paese fino agli anni ’80. Un uomo che ha sempre avuto a cuore il bene di Condofuri che si è sempre contraddistinto per la sua bontà, gentilezza, disponibilità, generosità, comprensione, pazienza e amore verso il prossimo .


L’Area Grecanica perde uno dei suoi figli più affezionati, che ha sempre lavorato, da Medico, prima, da Sindaco e poi da osservatore, sempre pronto a dare consigli, per costruire un territorio che fosse l’espressione di un popolo, quello Grecanico, che lui ha rappresentato al meglio nelle vita professionale e nelle istituzioni .
Con lui va via un riferimento, sicuramente, ma quello di cui dobbiamo andar fieri, sono gli insegnamenti che ha dato e saputo dare, lasciando un segno indelebile nelle generazioni e nell’intero territorio.
Siamo vicini alla sua famiglia, a cui va il cordoglio mio personale e della nostra redazione.
Lascia la moglie, i figli Tosca, Titti e Giovanni, i fratelli Lillo, Ugo, Pasquale, Ezio, Guido e la sorella Clara.
Numerosi i messaggi di cordoglio anche sui social, da quello di Pierpaolo Zavettieri, Presidente dell’associazione dei comuni dell’Area Grecanica , a nome di tutti i Sindaci; a quello di Candeloro Imbalzano già consigliere Regionale della Calabria; a quello del Sindaco di Condofuri Tommaso Iaria .
Qualche mese addietro rividi Lillo Pizzi per l’ultima volta. Mi aveva chiamato per il caffè, ma in realtà era li che mi aspettava seduto sul divano con accanto una pila di carte ingiallite dalle quali estrasse una lettera che, disse, ci teneva io leggessi.
La carta intestata era del Ministero dei lavori Pubblici mentre la grafia, riconoscibilissima, era quella di Giacomo Mancini.
Il testo iniziava così:
Caro Lillo,ti comunico di aver concesso al comune di Condofuri un finanziamento per…
Arrivederci Dottore.
Noi abbiamo avuto la fortuna e il piacere di conoscerlo e di intervistarlo . In questa intervista del 26 agosto 2016 il dottore Pizzi chiedeva di – Ristabilire “regole e legalità” attraverso un “atto di sanatoria” che superi il “ Silenzio_Assenso” sui terreni assegnati agli aventi diritto , a seguito degli eventi alluvionali dell’ottobre del 1951, che hanno portato al parziale trasferimento dell’abitato del Centro di Condofuri –

Lascia un commento

Top