DISSESTO FINANZIARIO A MOTTA SAN GIOVANNI, MA NESSUN COLPEVOLE

area parcheggio castello sant'anicetoLazzaro 13 aprile 2019 – Nel pomeriggio dello scorso venerdì 12 aprile si è svolto il Consiglio comunale a Motta SG durante il quale è stato dichiarato il dissesto finanziario del Comune. Interessanti e apprezzati sono stati gli interventi del Sindaco del Comune, Giovanni Verduci, e dai Consiglieri di Minoranza Massimo Cogliandro e Domenico Mallamaci. Ci saremmo aspettati però qualcosa di più. Siamo rimasti negativamente colpiti nell’ascoltare che ci si asteneva dall’indicare le responsabilità e i responsabili di questo dissesto finanziario, in quanto non di loro spettanza. E’ vero che tale compito spetta agli inquirenti, ma quello è un altro aspetto. Si dichiarava altresì che non si intende guardare al passato ma al futuro. Noi non condividiamo queste affermazioni, in quanto le stesse non sono rilasciate da semplici cittadini, ma da figure istituzionali che hanno il dovere della trasparenza e di informare i cittadini, soprattutto in questo caso, visto che sono direttamente interessati da questa gravissima situazione finanziaria, determinata da chi ci ha amministrato. Spesso da più parti l’elettorato viene colpevolizzato di scegliere Lui stesso chi lo deve amministrare, ma se non si è messi in condizioni di fare le proprie valutazioni sull’attività politica svolta da chi ci amministra, il cittadino è confuso ed è alto il rischio che nell’esprimere la propria preferenza elettorale continui a votare per chi lo ha portato a questa disastrosa situazione finanziaria, da cui appare difficile uscirne, quanto mento in tempi relativamente brevi. Dobbiamo aspettare la prossima campagna elettorale per sapere i responsabili e le responsabilità?. Dissentiamo anche sullo sguardo al passato perché secondo noi attraverso il passato si costruisce il futuro, e guardando al passato si possono correggere gli errori ed evitare di ripeterli. Per questi citati aspetti siamo rimasti fortemente delusi.
Vincenzo CREA
Referente unico dell’ANCADIC
e Responsabile del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto

Lascia un commento

Top