LAVORI A RITMO FORZATO PER IL RIPRISTINO DELLA CONDOTTA SORICAL IN LOCALITÀ MUSUPUNITI, DISTRUTTA DALL’ONDATA DI MALTEMPO DEI GIORNI SCORSI.

condotta sorical musupuniti 2018-11-07Lotta contro il tempo di uomini e mezzi della Sorical, che lavorano ininterrottamente, all’interno del pericoloso ed inondato Torrente Tuccio, per ripristinare la condotta distrutta dall’ondata di maltempo dei giorni scorsi. L’esondazione della fiumara in località Musupuniti e San Fantino, ha determinato la distruzione dei muri arginali e della condotta Sorical, provocando l’interruzione della fornitura idropotabile per i Comuni di Montebello Jonico, Roghudi, Melito Porto Salvo, San Lorenzo , Motta San Giovanni e della zona Sud di Reggio Calabria.


All’interno del Torrente Tuccio, stanno lavorando, non senza difficoltà, funzionari e operai della So.ri.Cal., che hanno schierato numerosi e pesanti mezzi meccanici , impegnati, in una difficile situazione, per prima deviare il corso dell’acqua e poi ripristinare la condotta e metterla in sicurezza al fine di ridurre le probabilità di rischio, in un alveo, oramai privo di muri di argine che sembrano essere stati colpiti da un bombardamento.
Dopo il primo intervento, che ieri ha consentito il ripristino di una parte della condotta in località Musupuniti, dirigenti e operai della So.ri.Cal., devono ora fare i conti con centinaia di metri di condotta a circa 1.5 Km a valle, spezzata dalla furia del torrente. L’operazione di ripristino è resa difficile dall’acqua della fiumara che continua a scendere senza tregua.
Si continua, comunque, a lavorare a ritmi forzati e fino a tarda sera per ripristinare al più presto l’intera condotta e riattivare la distribuzione dell’acqua, che, ripetiamo, è interrotta in tutti i comuni della fascia Jonica compresi tra Melito a Reggio Calabria.

condotta sorical musupuniti 12018-11-07Sul posto è presente, tra gli altri, il il responsabile del Compartimento area Sud di Sorical, Giulio Gangemi che, pur essendo ottimista, viste le difficoltà, non si sbilancia sui tempi. Salvo imprevisti e ulteriori piogge, comunque, si dovrebbe riuscire a riattivare la condotta entro domani sera per poi proseguire, nei giorni a seguire, con i lavori di messa in sicurezza al fine di ridurre le probabilità di rischio.

Lascia un commento

Top