“MIRACOLI INVERSI AL COMUNE DI MELITO: ASSISTENZA SPECIALISTICA SCOLASTICA, “SPARISCONO” LE FATTURE DELLA COOPERATIVA RINASCITA, IL COMUNE NON PAGA ED IL SINDACO MEDURI , PROMETTE DI CONTROLLARE L’OPERATO DEI “MISTICI .

apparizioninMelito di Porto Salvo, 1 settembre 2018 – Solitamente, a fare notizia, sono le “apparizioni” .  A Melito di Porto Salvo, invece, da qualche anno, si verifica il fenome inverso: le “sparizioni”. Fenomeno che si ripete sempre più frequentemente e, sempre nello stesso luogo.  Non è, infatti, la prima volta, che all’interno della casa comunale, sparisce la PEC in entrata (posta elettronica certificata) .

Prima dell’estate, a rendere pubblica la notizia , fino a quel momento riservata ai non pochi malcapitati cittadini e fornitori, era stato lo stesso sindaco Meduri, nel corso di una conferenza stampa. Il Sindaco aveva pubblicamente denunciato la “sparizione” di una e-mail contenente una sentenza della Corte dei Conti.

L’incredibile, quanto insolita, “sparizione” è stata ampiamente riportata dalla stampa. Non un “miracolo” qualsiasi, dunque, ma il miracolo per eccellenza: anzi il Miracolo dei Miracoli , in quanto l’unico, dove, l’intervento “occulto” , si è manifestato in modo tale da escludere anche il Sindaco dalla conoscenza dei fatti. Il Sindaco, sia nel corso della conferenza stampa, che, successivamente, in consiglio comunale, aveva comunicato, di aver avviato ogni possibile indagine, sul più sconvolgente “prodigio” comunale, al fine di accertare, non tanto la veridicità della sparizione, quanto il “mistico”.
I misteri si sa, incuriosiscono tutti. La maggior parte delle persone proprio non riesce ad accettare come nell’epoca in cui la tecnologia fa miracoli, possano esistere ancora vicende inspiegabili.

rinascita cooperativaLe sparizioni continuano e, dopo il Sindaco Meduri, anche i dirigenti della cooperativa Rinascita Onlus, colpiti dal “mistero delle sparizioni”  , non riuscendo ad accettare e sopportare questo “miracolo inverso” delle sparizioni delle Pec”, dal server comunaleche ha determinato, il mancato pagamento delle spettanze alla cooperativa, per prestazioni e servizi erogati negli anni 2016/2017, relativi all’assistenza educativa scolastica specialistica – decidono, di rendere  pubblico il fenomeno.
Ma cominciamo con l’esposizione dei “fatti”.
Per l’assistenza educativa scolastica specialistica, il comune, deve rispondere a tutti i bisogni espressi da parte delle famiglie destinatarie del servizio, ma non deve omettere il pagamento delle spettanze agli enti aggiudicatari.
L’amministrazione comunale di Melito Porto Salvo, invece, anche su questo delicato ed importante servizio, non solo non paga la Cooperativa Rinascita Onlus, assegnataria del servizio, per le attività svolte nel periodo di aprile e maggio 2017, ma continua a fornire solo vaghe ed assurde giustificazioni sulla mancata liquidazione delle fatture elettroniche ,  Secondo quanto dichiarato, ai dirigenti della Coop, dalla direzione dei servizi sociali, le fatture sarebbero sparite dai server della posta del comune per “miracolo inverso”. trasmesse dalla Rinascita nel mese di maggio del 2017 .diavolo-foto

Dopo svariati solleciti, nonostante il reinvio delle fatture da parte della Rinascita, e nonostante le rassicurazioni dell’ufficio economico finanziario e dello stesso Sindaco Meduri, non si riesce a sapere quali provvedimenti siano stati assunti dal Sindaco e dall’amministrazione comunale, sui “mistici” e sui responsabili del disservizio ( sistema e servizio Web, direzione dei servizi sociali , ufficio ragioneria) .

Comportamento assurdo, quello dell’amministrazione Comunale a guida Meduri, non solo perché si riferiscono al Bando di assistenza specialistica scolastica2016/17, ma anche perché, si tratta di fondi vincolati per legge, destinati esclusivamente a questi servizi e riservati al pagamento delle spettanze agli enti aggiudicatari, che non possono , per “miracolo inverso”,  sparire , neppure per far quadrare il bilancio.
Comportamento assurdo, omissivo  e illegittimo, ancora di più, in quanto si tratta di “sparizione “ di spettanze per i lavoratori di una Cooperativa che, pur garantendo, con estremo sacrificio di personale, i servizi e gli impegni presi principalmente con le famiglie e i minori, non riescono più a vivere di “miracoli inversi” ed a sopportare una situazione economica diventata ormai insostenibile e inaccettabile.

Oramai, la vergognosa situazione si è trasformata in una telenovela , che vede da una parte i dipendenti della Rinascita che si rivolgono alla cooperativa con la messa in mora e, dall’altra i Dirigenti della Cooperativa che, non credendo alla storia dei “miracoli inversi”, pur avendo incontrato più volte il Sindaco, anch’egli vittima, di miracolose “sparizioni”, hanno ricevuto, dallo stesso, soltanto promesse di marinaio.  

Il Sindaco Meduri, come il più delle volte fanno i marinai, si dimentica di tutte le promesse e, con il suo comportamento irrispettoso, e per nulla miracoloso, continua a portare alla deriva un paese, compromettendo una già debole e precaria economia .
Continuare a prendere tempo, con ulteriori misteri, rinvii ed incertezze nei pagamenti, ci sembra francamente avere superato abbondantemente i limiti della cristiana decenza, del rispetto della dignità delle persone e dei lavoratori.
targa-sede-rinasita_cLa Cooperativa Rinascita ed i suoi lavoratori, hanno il diritto di ricevere le spettanze per una attività svolta nel 2017.  Il Sindaco Meduri ha il dovere, non solo di mantenere gli impegni assunti dall’Ente che rappresenta, ma di controllare l’operato dei “mistici”, degli uffici e dei suoi dirigenti.

Auspichiamo, una risoluzione strutturale e non “episodica” dei gravi problemi finanziari ed economici vissuti dalle cooperative come la Rinascita che, pur essendo virtuosa realtà economica e sociale del territorio, rischia, suo malgrado, il conseguente licenziamento di educatori, psicologi, pedagogisti, assistenti sociali, esperti, tutti sentinelle dello Stato e della legalità nei Comuni dell’Area Grecanica.

Qualcuno ne tragga le debite conclusioni.
Domenico Vinci.

Lascia un commento

Top